media
01 marzo 2021

Parliamo di colesterolo

Il colesterolo è presente in qualsiasi cellula del nostro corpo e non si può dissolvere nel sangue: per tale ragione il nostro organismo lo muove grazie a specifici trasportatori, noti come lipoproteine, che sono:

  • LDL: ovvero quelle che lo trasportano dal fegato agli organi e ai vasi e i cui valori rappresentano il cosiddetto colesterolo cattivo.

  • HDL: ovvero quelle che lo trasportano dagli organi periferici al fegato dal quale il colesterolo viene poi escreto, una sorta di funzione di pulizia che porta le HDL ad essere considerate come colesterolo buono.

Quando si parla di ipercolesterolemia?

Quando i valori di colesterolo superano i limiti (ipercolesterolemia), spesso le cause sono legate a una dieta squilibrata, dove abbondano gli alimenti calorici e ricchi di acidi grassi saturi.

Vanno sempre analizzati, in questi casi, anche degli specifici fattori di rischio che predispongono alcuni pazienti alla ipercolesterolemia, quali:

  • La totale assenza di attività fisica;

  • la componente genetica;

  • determinate patologie, tra cui i disturbi renali o del fegato, il diabete o l’ipotiroidismo.

Il colesterolo è pericoloso, quando il colesterolo totale (LDL più HDL) supera i valori di riferimento, quali:

  • colesterolo totale: fino a 200 mg/dl

  • colesterolo LDL: fino a 100 mg/dl

  • colesterolo HDL: non inferiore a 50 mg/dl.

Come prevenire e rimediare

Per curare anche per prevenire l’ipercolesterolemia, è importante osservare una dieta equilibrata, meglio ancora se indicata da un medico nutrizionista che ha analizzato la situazione di salute dell’individuo, sotto diversi aspetti. Tali alimentazioni sono solitamente ricche di frutta e verdura di stagione e accompagnate sempre dal consiglio di seguire una buona idratazione (almeno 1,5 litri di acqua al giorno).

Generalmente, è consigliata la regolazione dell’assunzione di uova e formaggi e, soprattutto in caso di ipercolesterolemia, la riduzione di zuccheri e di alcol. Altro consiglio importante, è quello di preferire i cereali integrali a quelli raffinati, non dimenticando di che i grassi buoni come l’olio extravergine d’oliva o quelli derivanti dal pesce azzurro sono essenziali, in quanto aiutano a combattere il colesterolo in eccesso, stimolando l’azione di quello buono.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.


Prodotti consigliati
Più venduti