media
08 marzo 2021

Cistite gli errori più comuni

La cistite è un’infiammazione della mucosa vescicale: affligge spesso le donne, soprattutto dopo i 50 anni, a causa di diverse condizioni, quali l’ostruzione cervico-uretrale, dovuta all’ipertrofia prostatica benigna, un’infezione specifica delle vie urinarie.

Si presenta con:

  • Bruciore durante la minzione.

  • Bruciore nell’area genitale.

  • Dolore nell’area pelvica.

  • Necessità di urinare anche non è trascorsso troppo tempo dall’ultima minzione

  • Urinare in piccole quantità.

  • Sangue nelle urine.

Quali sono gli errori più comuni?

Per indagare quali sono gli atteggiamenti errati che possono portare a cistite o aggravarla, bisogna prima capire a cosa essa è dovuta. Buona parte delle infezioni che affliggono le vie urinarie sono causate dall’ingresso di batteri che intaccano la salute dell’apparato urinario, quell’insieme di organi e strutture, la cui funzione è di espellere i rifiuti liquidi dal corpo.

La cistite, di per sé, è solitamente dovuta alla risalita, verso la vescica, di sostanze infettive di origine fecale, vaginale o uretrale ed è un’infiammazione corroborata da:

  • Trattenere troppo l’urina: magari quando non si è a casa, per evitare di farla nei bagni pubblici. È vero che questi ultimi sono spesso sporchi e che in essi si trovino molti batteri ma, con la giusta attenzione, possono essere utilizzati senza correre troppi rischi.

  • Cambio dei ritmi e delle abitudini alimentari: questi due aspetti insieme possono alterare la regolarità dell’intestino, portare a stitichezza e, con la stasi delle feci nell’intestino, corroborare la proliferazione dei batteri.

  • Igiene errata: bisogna sempre ricordare di lavare (e asciugare) le parti intime muovendosi dalla vagina all’ano e non viceversa, al fine di non portare batteri fecali verso l’apparato urinario.

  • Non cambiare spesso l’assorbente e dall’uso dei tamponi vaginali, così l’uso eccessivo dei salvaslip.

  • Sedersi direttamente sulla sabbia, specialmente quella umida del bagnasciuga.

Alimentazione
Un comportamento errato può riguardare anche l’alimentazione: è importante evitare cibi troppo salati o piccanti, gli insaccati, le carni e le bevande alcoliche, che sono tra le principali cause dei bruciori e delle infiammazioni urinarie. Preferire, invece, frutta e verdura fresca, carni bianche e pesce.

I mirtilli rossi, sono molto consigliati, in quanto portano effetti positivi sulla salute delle vie urinarie e ostacolano i batteri nell’aderire alle pareti della mucosa.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.


Più venduti